Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 €

Scottature

Come si presentano le scottature?

Le scottature, o ustioni, sono lesioni cutanee dovute al contatto con una fonte di calore. Si differenziano a seconda della loro gravità in:

Ustioni di primo grado, interessano solo lo strato superficiale della pelle e provocano un leggero dolore, arrossamento e gonfiore della zona interessata.

Ustioni di secondo grado, colpiscono gli strati più profondi e causano vesciche, pelle bianca e lucida.

Ustioni di terzo grado, sono coinvolti tutti gli strati della pelle

Ustioni di quarto grado, interessano anche articolazioni e ossa


Quali sono le cause per le scottature?

Le scottature derivano dal contatto con una fonte di calore, contatto che può essere diretto (come nel caso in cui si tocchi inavvertitamente un’oggetto surriscaldato), ravvicinato (come l’esposizione a sostanze chimiche altamente corrosive) o prolungato (come nel caso di un’eccessiva esposizione solare). La maggior parte delle ustioni di primo grado hanno un’origine domestica e derivano dai piccoli incidenti che si possono verificare durante lo svolgimento dei compiti quotidiani. Le ustioni di terzo e quarto grado, invece, in genere si verificano a seguito di gravi incidenti sul lavoro.


Quali sono i rimedi per le scottature?

Le ustioni di primo e secondo grado possono essere trattate attraverso l’automedicazione e, in genere, guariscono in 10/15 giorni. Le ustioni di terzo e quarto grado richiedono, invece, l’ospedalizzazione immediata. In caso di scottature la prima cosa da fare è immergere la parte interessata in acqua fredda per almeno 15 minuti, se la scottatura è legata al contatto con sostanze chimiche è bene immergere la zona solo in soluzione fisiologica. Occorre poi coprire la pelle lesa con garze medicate senza comprimere troppo la cute. È bene evitare rimedi casalinghi come l’applicazione di dentifricio o ghiaccio che potrebbero peggiorare la scottatura. Si può ricorrere poi ad apposite creme e gel piastrinici che stimolano la ricostruzione della cute danneggiata. Per ridurre l’esito cicatriziale, una volta guarita del tutto la scottatura, si possono usare il lipofilling e trattamenti specifici.