Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 €

Mal di Schiena

Che cosa si intende per mal di schiena?

Il mal di schiena è un disturbo particolarmente frequente e può essere dovuto a molteplici cause. Differisce per intensità e per durata dei sintomi e può interessare diverse zone della schiena.


Quali sono i sintomi del mal di schiena?

Il mal di schiena può svilupparsi a livello cervicale, in questo caso si parla di cervicalgia, a livello dorsale e a livello lombare, in questo caso si parla di lombalgia. I sintomi possono presentarsi in modo acuto, ossia tendono a risolversi spontaneamente in pochi giorni a seguito di una blanda automedicazione, in modo subacuto, quando persistono da 4 a 12 settimane o in modo cronico se il mal di schiena dura oltre 12 settimane. Oltre ad avvertire dolore alle schiena si possono sperimentare anche altri sintomi a seconda della zona interessata: ad esempio in caso di cervicalgia possono comparire mal di testa, nausea, vertigini, acufeni, torcicollo.


Quali sono le cause del mal di schiena?

All'origine del mal di schiena spesso vi è l'interazione di cause multiple, le più frequenti sono:

Postura scorretta

Stress

Sovrappeso

Sedentarietà

Sforzi eccessivi e strappi muscolari

Gravidanza

Freddo e umidità

Avanzamento dell'età e osteoporosi

Degenerazione e fuoriuscita del disco intervertebrale

Altre patologie come artrite, scoliosi, calcoli renali e infezioni delle vie urinarie, endometriosi, fibromalgia, osteomielite, discite.


Quali sono i rimedi per il mal di schiena?

Il trattamento del mal di schiena varia a seconda della causa che l'ha determinato. Per questo motivo, se il dolore persiste, è sempre consigliabile una visita specialistica per individuare la cura più opportuna. In caso di dolore lieve si può ricorrere a forme di leggera automedicazione assumendo antidolorifici, antinfiammatori e miorilassanti sia per via orale che per uso topico. Un altro rimedio prevede la terapia del calore e del freddo: in caso di leggeri traumi può, infatti, essere utile applicare subito del ghiaccio e poi successivamente fonti di calore (come le fasce riscaldate). Anche l'esercizio fisico, sotto la supervisione di un esperto fisioterapista, può essere efficace per contrastare il dolore così come i massaggi eseguiti da personale qualificato. Nei casi più severi si può, infine, ricorrere agli interventi chirurgici.