Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 €

Dermatite Seborroica

Che cos'è la dermatite seborroica?

La dermatite seborroica è un disturbo dermatologico che colpisce soprattutto le zone ricche di ghiandole sebacee come cuoio capelluto, viso, torace, condotto uditivo. Il sebo è una sostanza oleosa prodotta naturalmente dal nostro organismo per proteggere la cute.


Quali sono i sintomi della dermatite seborroica?

La dermatite seborroica si presenta con sintomi come prurito, desquamazione, rossore e forfora. È un disturbo che tende a divenire cronico e, per questo, può generare imbarazzo quando colpisce zone in vista, soprattutto perché associato allo stimolo frequente del prurito che spinge a grattarsi per alleviare il fastidio.


Quali sono le cause della dermatite seborroica?

Le cause della dermatite seborroica non sono ancora del tutto note ma si pensa che l'emergere di questo disturbo sia legato a una reazione anomala e sovradimensionata del sistema immunitario a un fungo normalmente presente nel sebo, la Malassezia. In ogni caso la dermatite seborroica non è sintomo di scarsa igiene personale e non è una malattia contagiosa. Risulta più frequente nei casi in cui il sistema immunitario risulta indebolito come in periodi di forte stress e affaticamento, caranze di sonno o vitaminiche, depressione, patologie ormonali o neurologiche, HIV/AIDS e precedenti ictus o infarti.


Quali sono i rimedi per la dermatite seborroica?

La dermatite seborroica è un disturbo che tende a diventare cronico, tuttavia esistono dei rimedi per alleviarne i sintomi ed evitare infezioni secondarie. In primo luogo si possono usare shampoo e lozioni da applicare sulla cute interessata a base di solfato di selenio, zinco di piritone, carbone minerale e acido salicilico. Nei casi più gravi si può ricorrere a farmaci per uso orale che agiscono sull'intero organismo come ad esempio farmaci antimicotici, usati per ridurre la presenza di Malassezia e corticosteroidi. Alcuni pazienti trovano poi particolare giovamento dall'esposizione ai raggi UV-A e UV-B e dall'assunzione di integratori di omega 3.