Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 €

Denti Sensibili

Cosa si intende per denti sensibili?

I denti sensibili, o sensibilità dentale, sono un disturbo piuttosto frequente che si manifesta soprattutto durante l'assunzione di cibi acidi, caldi o freddi o durante lo spazzolamento dei denti. È dovuto all'infiammazione della dentina, ossia la struttura portante del dente, che resta scoperta a causa del deterioramento dello smalto dentale o a causa della recessione delle gengive.


Quali sono i sintomi dei denti sensibili?

I denti sensibili causano forti stimoli dolorosi in concomitanza con l'assunzione di cibi acidi, caldi o freddi o durante lo spazzolamento dentale. Lo stimolo doloroso pungente passa nel giro di pochi istanti ma lascia una sensazione di indolenzimento dell'intera area che può risultare più o meno persistente a seconda della gravità del problema.


Quali sono le cause per i denti sensibili?

I denti sensibili possono essere legati a diverse cause, tra cui:

Errato spazzolamento dei denti

Consumo eccessivo di cibo e bevande acidi

Frequenti operazioni di sbiancamento dei denti

Carie e/o placca dentale

Interventi odontoiatrici

Erosione delle gengive a causa di patologie dentali o dell'avanzamento dell'età

Digrignamento notturno


Quali sono i rimedi per i denti sensibili?

In caso di denti sensibili occorre innanzitutto scegliere prodotti specifici per l'igiene orale. È opportuno scegliere dentifrici adatti in caso di sensibilità dentale ed evitare i dentifrici sbiancanti perché hanno un effetto troppo corrosivo sullo smalto, preferire uno spazzolino con setole corte e morbide e compiere movimenti delicati durante lo spazzolamento. Può essere utile utilizzare prodotti a base di fluoro che aiuta a ripristinare lo smalto dentale ed evitare cibi troppo acidi, caldi o freddi. In ogni caso si consiglia una visita dentistica per approfondire le cause del fastidio.