A causa di rallentamenti dovuti al periodo di emergenza, la consegna degli ordini subirà dei ritardi.

Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 €

Difficoltà nel prendere sonno a causa di stress, paura ed ansia

Difficoltà nel prendere sonno a causa di stress, paura ed ansia

17/12/2021

Vivere una vita sregolata, senza una cura del proprio benessere fisico e mentale, può causare diversi disturbi alla persona e inficiare la qualità della propria vita.

Soprattutto nella veloce società occidentale, ci si ritrova spesso ad avere a che fare con impegni di lavoro che non finiscono mai, consegne dell’ultimo minuto, l’ansia che si può avvertire nello stare sempre “sul pezzo”, anche con la famiglia, e le paure che, diciamocelo, in questo periodo storico interessano tante persone.

Il tutto genera stress, che è noto anche come la risposta psicofisica del corpo umano a una quantità di compiti emotivi, cognitivi o sociali percepiti come eccessivi.

A cosa porta lo stress?

Quando ci si trova di fronte a un fattore stressante, sia essa l’ansia o la paura, il corpo reagisce come quando avverte una minaccia ed è portato a far salire il battito e la pressione, oltre che a restringere i vasi sanguigni rendendo il sangue più denso.

Un individuo che soffre di stress non riesce ad assimilare correttamente i principi nutritivi dagli alimenti ed è predisposto ad acidità di stomaco e stipsi, oltre ad avere probabilmente un sistema immunitario indebolito.

Insonnia e stress

Tra i disturbi causati dallo stress, c’è l’insonnia, ossia la difficoltà di addormentarsi o l'impossibilità di dormire per tempi abbastanza lunghi da sentirsi riposati al risveglio.

Essere stressati, dal lavoro o da episodi di ansia e paura quotidiani, può essere causa di tutti e tre i tipi di insonnia, ovvero:

  • iniziale, se non si riesce ad addormentarsi;
  • transitoria, se non si riesce a mantenere il sonno;
  • terminale, se ci si risveglia presto al mattino e si hanno difficoltà a riaddormentarsi.

Come comportarsi

I ritmi circadiani del corpo umano sono regolati anche da fattori come la produzione di ormoni come la serotonina (ormone della felicità) e la melatonina.

Per ovviare alle difficoltà nel dormire conseguenti a stress, ansia e paure è importante partire col curare prima alcuni aspetti generali della propria vita, quali:

  • l'alimentazione, optando per alimenti leggeri (soprattutto a cena) per supportare i processi digestivi;
  • una riduzione della quantità di caffè, tè e bevande energetiche assunte;
  • il non assumere cioccolato, in quanto eccitante, specialmente la sera;
  • la riduzione delle bevande alcoliche, che influenzano negativamente i ritmi sonno-veglia.

Poi, risulta importante agire sullo stress, traendo beneficio dalle piante officinali, che aiutano a rilassare il sistema nervoso, muscolare e circolatorio, come:

  • Melissa, utile contro l’ansia e per rilassare i muscoli.
  • Escolzia, per migliorare la qualità del sonno.
  • Passiflora, sedativa e ansiolitica.
  • Biancospino e Tiglio, ad azione spasmolitica.
  • Luppolo, ad effetto calmante sul sistema nervoso.

Quando i disturbi del sonno dovuti a stress, ansia e paure non vanno via con la natura, è il caso di consultare un professionista, magari uno psicologo, che potrà sicuramente aiutarvi a migliorare in generale la vostra vita.

È importante non avere timori o vergogna di andare dallo psicologo, anzi, è una pratica che farebbe bene un po’ a tutti.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Aggiungi un commento

Captcha