Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 €

Orecchio tappato, cosa fare

Orecchio tappato, cosa fare

29/10/2020

Quando si ha la sensazione di avere l’orecchio tappato, spesso si tratta di un fenomeno transitorio (quando si atterra dopo un viaggio aereo o si sale di quota), ma in altri casi questo malessere può perdurare per giorni e settimane, specialmente se si tratta della formazione di un tappo di cerume, che è una delle cause più frequenti di orecchie tappate e che può affliggere anche un solo orecchio.

I tappi di cerume sono causati dall’accumulo del cerume in eccesso, a volte capace di ostruire totalmente il condotto uditivo con conseguente riduzione dell’udito, rimbombo della propria voce e la predisposizione a diversi disturbi correlati come:

  • Acufeni;

  • Vertigini;

  • Dolore alle tempie

Cause

La pelle che ricopre il condotto uditivo esterno ha, al suo interno, delle ghiandole specifiche che secernono cerume, il quale protegge l’orecchio grazie alla sua azione battericida.

Il cerume è una sostanza che si espande molto facilmente a contatto con l’acqua, quindi, una delle cause principali è il non asciugarsi bene le orecchie e non osservare una corretta pulizia delle stesse.

È importante tener presente che pulirsi con cotton fioc può anche arrecare danno maggiore, dato che essi causano il compattamento del cerume, spingendolo verso l’interno.

Ci sono poi alcune condizioni di salute che portano a sovrapproduzione di cerume come:

  • la dermatite seborroica;

  • l’otite;

  • la psoriasi;

  • la stenosi infiammatoria del canale uditivo esterno.

Rimedi

In farmacia si possono trovare delle gocce auricolari o dell’olio per bambini che, versate in piccole dosi per due o tre giorni di fila, ammorbidiscono l’accumulo di cerume. Fatto ciò, utilizzare una siringa priva di ago e di grande capacità (in farmacia ce ne sono di specifiche) appoggiare un asciugamano sulla spalla, inclinare il capo lateralmente e, appoggiando la punta della siringa (ripetiamo, senza ago) all’ingresso dell’orecchio, iniettare delicati ma decisi spruzzi di acqua tiepida.

Tale operazione va effettuata necessariamente con l’aiuto di un’altra persona, non solo per la propria sicurezza ma anche per effettuarla più agevolmente. L’operazione può anche essere ripetuta dopo qualche giorno ma, se il tappo non va via, è bene consultare il medico.

Per prevenire una ri-formazione di tappi di cerume, è fondamentale sciacquare sempre bene le orecchie, limitare l’uso eccessivo di cotton fioc e asciugare le orecchie con delicatezza magari con un phon, in maniera indiretta.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Aggiungi un commento