Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 €

Come combattere lo stress da rientro

Come combattere lo stress da rientro

9/09/2020

Rientrare dalle vacanze e cominciare subito con il lavoro e i soliti impegni quotidiani, per alcuni individui può essere più arduo di quanto si pensi ed è anche un evento molto comune: parliamo di stress da rientro.

I sintomi sono: stanchezza, inquietudine, noia, debolezza, ai quali possono aggiungersi difficoltà di concentrazione, fisico appesantito, sentirsi psicologicamente impreparati o messi sotto pressione dal senso di responsabilità e dalle tante attività da svolgere.

I cambiamenti di ritmo e della routine, lungo il corso delle vacanze, sono molto importanti per dimenticare lo stress, distaccarsi dalla propria quotidianità e rasserenarsi. Il problema si presenta però quando, complice l’insoddisfazione, riadattarsi alla vita di tutti i giorni diventa difficile e può avere ripercussioni negative sull’umore.

Una delle cause madri dello stress da rientro è, come anticipato, l’insoddisfazione causata dal proprio lavoro oppure dal proprio contesto lavorativo, quando non ci fanno sentire realizzati.

I primi consigli

Per cominciare, si può partire con l’apportare piccole modifiche al proprio stile di vita e seguire alcuni consigli:

  • Effettuare attività fisica: essenziale per combattere lo stress da rientro in quanto aiuta a ridurre irritabilità e cattivo umore.

  • Seguire una dieta sana, bere molta acqua e ridurre il consumo di caffeina e di alcolici.

  • Rientrare prima del weekend, in modo da poter riacquisire il vecchio ritmo sonno-veglia, andando a dormire in orari più simili a quelli relativi alle giornate di lavoro.

  • Coccolarsi: dai trattamenti di bellezza a quelli rilassanti, dedichiamoci a noi per il giusto tempo prima di riprendere la vita di tutti i giorni.

L’alimentazione anti-stress

È importante tener conto anche dell’alimentazione, preferendo quei cibi che hanno effetti positivi sul nostro umore e partecipano nel limitare stress e stanchezza.

Facciamo scorta (senza esagerare) di cioccolato fondente, che fa bene all’umore, dona energia ed è molto utile contro lo stress.

La frutta, da non dimenticare mai, soprattutto quando si parla di banane, ananas, agrumi e avocado è efficace per stimolare la produzione di serotonina, conosciuta anche “ormone della felicità”: più serotonina abbiamo in circolo nel corpo, maggiore sarà il nostro senso di appagamento, soddisfazione e benessere psicofisico.

Per combattere stanchezza fisica e mentale sono molto utili gli alimenti ricchi di magnesio e potassio come ad esempio le mandorle, noci, anacardi, arachidi, pistacchi e nocciole ma anche legumi come lenticchie e fagioli.

Soprattutto a settembre, non possiamo omettere l’uva, meglio ancora se rossa, che stimola la produzione di melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia: ci aiuterà a dormire meglio e, se riposiamo bene la notte, avremo più energia per svolgere le nostre attività.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Aggiungi un commento