Spese di spedizione gratuite per ordini superiori a 79,90 € - ATTENZIONE: a causa dell'emergenza sanitaria le spedizioni potrebbero subire ritardo.

Benefici del sole

Benefici del sole

21/05/2020

I benefici dell’esposizione al sole, per l’essere umano, sono molteplici.

Si potrebbe cominciare dal fatto che stare al sole in maniera corretta e per un tempo prolungato (sempre nelle giuste misure), aumenta la produzione di serotonina, il noto ormone della felicità.

Prima di continuare, però, vogliamo fare un appunto importante: è sempre meglio esporsi gradualmente al sole, in qualsiasi momento dell’anno, con non più di 15-30 minuti le prime volte ed evitando le ore più calde della giornata, utilizzando sempre prodotti solari specifici per il viso e per il corpo.

Ma torniamo al sole.

La luce solare è la principale fonte di vitamina D, in quanto dà la possibilità al 7-deidrocolesterolo, presente di base nel nostro corpo, di diventare colecalciferolo, ovvero la vitamina D3, quindi, grazie all’esposizione diretta e prolungata al sole, l’assorbimento naturale di questo nutriente cresce esponenzialmente.

Perché la vitamina D è così importante?

La vitamina D è alla base della salute dell’essere umano, più nel dettaglio, il nostro organismo ne ha bisogno per tenere forte e sano tutto il nostro apparato scheletrico, in quanto essa è un regolatore del metabolismo del calcio, fondamentale nell’azione di calcificazione delle ossa. 

È fondamentale anche per il buon funzionamento di muscoli, cuore, polmoni e cervello e, in più, ci supporta nel combattere le infezioni. 

Solo grazie al sole il nostro organismo può sintetizzarla, contrariamente agli altri tipi di vitamine, sintetizzabili attraverso l’alimentazione.

Oltre a essere utile per ridurre rischio di sclerosi multipla e di malattie cardiache in via di sviluppo.

Carenza

I benefici del sole, e della vitamina D, sono necessari per la vita dell’essere umano, e non solo, e se ne può comprendere l’importanza anche guardando a ciò che provoca una carenza di vitamina D, conseguente spesso ad una scarsa esposizione.

Quando c’è una carenza di vitamina D, si può incorrere in malattie gravi, come il cancro al seno, al colon, alla prostata, oltre a patologie cardiache, depressione e incremento di peso. 

È importante specificare che la vitamina D non viene mal sintetizzata dal nostro organismo anche in conseguenza ad abitudini poco sane, come l’abuso di alcol e il consumo di sostanze stupefacenti. Anche l’assunzione di determinati farmaci può influire sulla quantità di vitamina D presente nel nostro organismo.

Se vuoi porre qualche domanda oppure semplicemente approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti

Aggiungi un commento